Home Aperçus 2020 – il prossimo crack mondiale

2020 – il prossimo crack mondiale

Sembrano essere tutti d’accordo per un atterraggio dolce nel 2019, con dati piuttosto scarsi, «Landing the Plane» come la intitola Goldman Sachs nell’analisi per il 2019, anche se alcuni strateghi sono più pessimisti, in particolare per quanto riguarda le prospettive di crescita americana ed europea. In un primo tempo tutto sembra essere legato all’insostenibile Brexit (con tutti i dettagli e retroscena): deal/no deal – hard/soft… – Brexit/non Brexit… In ogni caso è così per l’Unione, costretta a restare in una posizione guardinga estremamente sfavorevole, mentre il resto del mondo, dal canto suo, continua a girare. «Wait and see» non è più solo un’espressione inglese…

Goldman Sachs, Global Outlook 2019 – Goldman Sachs, 14/11/2018
Christophe Barraud, Anticipazioni del migliore analista del mondo per il 2019 – BFM, 18/01/2019
JP Morgan, Previsioni 2019 : Mantenere la rotta ma ridurre la velatura! – MoneyStore, 26/11/2018
World Economic Outlook Update, gennaio 2019: un’espansione globale in calo – FMI, gennaio 2019

Il 2020 aprirebbe però le porte a grosse turbolenze, incertezze e preoccupazioni. L’annuncio di un crack finanziario mondiale è del settembre 2018 da parte di JPMorgan Chase, una delle più importanti banche americane, ripreso poi da numerosi analisti, strateghi, finanziatori ed economisti, tra cui Nouriel Roubini, Georges Ugeux, Talal Abu-Ghazaleh in Giordania, Ben Bernanke, Janet Yellen, Jean-Claude Trichet, Mark Carney… Banche centrali e istituzioni non tardano a prepararsi…

Il più importante analista della JP Morgan’s avverte che la prossima crisi avrà un crollo improvviso e disordini sociali mai visti negli ultimi cinquant’anni – CNBC, 04/09/2018
10 anni dopo la Lehman, Mark Carney sostiene che potrebbe verificarsi un’altra crisi – CNN Business, 12/09/2018
J.P. Morgan ha una data per la prossima crisi finanziaria — e non è tanto lontano – Fortune, 13/09/2018
Ex presidente della BCE Trichet: Nuova crisi finanziaria possibile – teletrader, 04/09/2018
Le dieci fasi verso una recessione e una crisi finanziaria del 2020 – Nouriel Roubini e  Brunello Rosa – Financial News, 18/09/2018
Nuova crisi alle porte? Gli economisti affermano che si parla di segnali evidenti – Jornal-i, 17/09/2018
Crisi finanziaria 2020 – ResearchGate, dicembre 2018
L’Unione lancia le proprie riforme per prepararsi alla prossima crisi finanziaria) – Finanzen100, 04/12/2018
Yellen avverte di un’altra potenziale crisi finanziaria: ‘Giganti falle nel sistema’ – CNBC, 11/12/2018
I pessimisti prevedono un crack globale nel 2020. Ecco perché – The Guardian, 05/01/2019
Presidente della Barclays: molto probabilmente la prossima crisi finanziaria uscirà dal settore creditizio – Cashkurs , 26/01/2019

Quel che è certo è che per l’economia mondiale per come la conosciamo è finita e ne va preso atto. Finché gli Stati Uniti e l’Europa vanno rallentando. Entro il 2030 i paesi emersi avranno preso il loro posto nel mondo multipolare, come vedremo più avanti.

E non è un caso se alcuni si pongono la questione di sapere quale investimento sarebbe più stabile in questo mondo in recessione.

Vedremo una recessione e una corsa all’oro nel 2019 o nel 2020? – SeekingAlpha, 14/02/2019
Oro, avete letto «oro»? – Seguite il GEAB

Leggere di piu : GEAB 133

Commenti

Per lasciare un commento, abbonatevi.
Articoli correlati
GEAB
17 Lug 2019

Unione Africana: la fine del franco CFA (GEAB 110 / dec. 2016)

#africa #economia #geopolítica #Monete

L’Africa! Il secondo continente più grande del mondo dopo l’Asia, in superficie e in popolazione, ma anche uno dei più poveri, scosso da conflitti e guerre interne. Ma soprattutto con [...]

Geta Grama-Moldovan
11 Lug 2019

Prossimamente il dossier speciale GEAB luglio : Turismo europeo 2020-2030 (sommario)

#asia #Cina #economia #Europa #mondomultipolare #turismo

Turismo europeo 2020-2030: l’improbabile alleanza tra turismo e protezionismo A differenza dei sogni agognati dai funzionari di Bruxelles e dalle nostre capitali, alimentati dalle prospettive di esponenzializzazione dei flussi turistici [...]

Geta Moldovan
07 Feb 2019

Zona euro : La via d’uscita è l’unione bancaria?

#economia #euro #Europa #finanza #Zona euro

In termini di bilancio, questo compromesso potrebbe sfociare solo su una forma di status quo. La struttura istituzionale resterà simile a quella delineata dalle riforme del 2011-2013 fondate sul recupero [...]