Home Aperçus 2020: Mobilitazione generale contro il cambiamento… climatico

2020: Mobilitazione generale contro il cambiamento… climatico

Avvertenza: l’ecologia, o preservazione dell’ambiente in un mondo sovrappopolato, merita ampiamente un dibattito aperto, politiche intelligenti ed investimenti efficaci; in compenso, chiamiamo «ecologismo» (in mancanza di meglio[1]) la versione ideologica, dove la preservazione dell’ambiente diventa il rivestimento di una macchina da guerra contro le libertà e la ragione nella quale si riverseranno oscuri programmi nascosti di soldi e di potere.

Nel 2020, ci siamo, tutti hanno capito che l’ecologia fornisce il tema principale che permette di ritrovare il potere d’azione a cui obbliga la portata delle sfide di trasformazione. Per citare solo i due casi più emblematici di questa presa di coscienza:

. quella dell’Unione di von der Leyen che ha lanciato il Green Deal[2], destinato a catalizzare l’emergere di una capacità finanziaria su scala globale (anche se un buon obiettivo, vediamo già come l’ecologia serve altri programmi – anch’essi pertinenti, d’altronde: crescita, disparità… e cambiamento climatico[3]).

. quella della finanza internazionale incarnata da Larry Fink (BlackRock) che ha redatto il manifesto verde[4] mettendo in guardia i suoi simili dai pericoli che le calamità naturali faranno pesare sulle assicurazioni e alla fine sull’intero sistema finanziario, e proponendo di orientare la potenza di fuoco del settore verso l’investimento nell’economia verde.

Ma questi due casi rivelano solo il potente fenomeno di convergenza di tutte le parti verso l’obiettivo di lotta al cambiamento climatico:

. Davos 2020 sul tema del clima[5];

. partiti politici quasi tutti passati al verde; anche i partiti di estrema destra si sono aggiunti, consapevoli del potenziale politico di questa causa[6];

. opinioni pubbliche ultra-sensibilizzate con video-catastrofi e incessanti messaggi sull’apocalisse climatica[7];

. piccole e medie imprese che si mobilitano per vedersi attribuire varie eco-etichette[8];

. grandi imprese che con le loro azioni propendono a favore dell’ambiente (dal green washing[9] au green marketing)[10]

. scuole[11], social network, pubblicità…leggere di piu : GEAB 142

______________________

[1]      Siamo consapevoli che il termine «ecologismo» è correntemente utilizzato per fare riferimento a correnti verdi moderate. Ma per esprimere la nozione di ideologia dell’ecologia non abbiamo trovato altro. Se avete qualche idea… (climatoterapia esiste già e vuol dire tutt’altra cosa. Fonte: Wikipedia)

[2]      Sulla scia della proposta di PacteClimatFinance di Pierre Larrouturou: «1000 miliardi di euro per salvare il pianeta».

[3]      Fonte: FinancialTimes, 11/12/2019

[4]      Fonte: Un fondamentale rimodellamento della finanza, BlackRock, 14/01/2020

[5]      Fonte: Time, 27/01/2020

[6]      Fonte: nazionalizzare il clima: l’Europa ha ragione a diventare verde? Green European Journal, 27/09/2019

[7]      Da notare l’uso del termine «energia» da parte dell’autore di questo articolo. Tuttavia, il suo punto di vista è pertinente e argomentato e si unisce al nostro sulle conseguenze di un’eccessiva drammatizzazione delle reali problematiche sottostanti al cambiamento climatico («cambiamento climatico» il cui arresto è un obiettivo disperato rispetto alla «preservazione dell’ambiente»). Fonte: Perché l’allarmismo climatico colpisce tutti noi, a cura di Michael Shellenberger, Forbes, 04/12/2019

[8]      Non possiamo che accogliere l’esistenza di queste eco-etichette. In questo articolo si vede come la Commissione europea si riferisca alle opportunità di aiuto all’innovazione e non ad un problema planetario. Se combiniamo tutti questi insignificanti indizi di programmi deviati otteniamo una grande parola di ordine di mobilitazione nel quale prima il meglio e poi il peggio sprofonderanno. Fonte: Commissione europea

[9]      Fonte: Brighton Journal, 12/02/2020

[10]     Alcune disonestamente (fonte: TheGuardian, 26/06/2019); altre sempre più sinceramente (fonte: Financial Review, 14/02/2020).

[11]     La tendenza a non servire più il manzo nelle mense risponde a un problema ambientale o finanziario? Fonte: VegNews, 14/11/2019

Commenti

Per lasciare un commento, abbonatevi.
Articoli correlati
Geta Grama-Moldovan
29 Set 2020

Estate 2015 : Dalla fine della crisi greca ad una nuova geopolitica nel Mediterraneo orientale

#crisi sistemica #euro #Europa #Grecia #Investimenti #petrolio

Estratto : GEAB 94 / apr 2015 La crisi greca è sull’orlo del fallimento… e non sarà un assegno europeo a salvarla, ma piuttosto il fatto che la Grecia sta [...]

Geta Grama-Moldovan
12 Giu 2020

Il centro di gravità della relazione transatlantica passa in Europa (sommario – GEAB 146)

#coronavirus #covid #Energía #Europa #relazione transatlantica #Stati Uniti #trump

Il motore del futuro gira a pieno regime e ciascuno (pubblici, privati, associazioni, paesi, continenti) ha un proprio (più o meno) piccolo progetto. In fin dei conti, è difficile vederci [...]

Geta Grama-Moldovan
28 Apr 2020

GEAB Community – Sviluppiamo un’intelligenza collettiva delle sfide del futuro

#anticipazione #geopolítica #societa

Cari lettori, Sono in molti a riflettere sulle soluzioni da adottare per uscire da questo periodo di crisi e creare un nuovo mondo. Il team GEAB ha dimostrato le proprie [...]