Home Blog Riassunto del rapporto della Fed su una potenziale valuta della banca centrale statunitense

Riassunto del rapporto della Fed su una potenziale valuta della banca centrale statunitense

Pubblichiamo qui una sintesi del rapporto Money and payments: the U.S Dollar in the age of digital transformation pubblicato dalla Federal Reserve questo mese. Questa pubblicazione ufficiale sarà analizzata e anticipata nel GEAB 162 di febbraio 2022: E-U$D: o la Fed e gli Stati Uniti aspettano… o potrebbe essere troppo tardi.

Questo documento non è inteso a promuovere un risultato politico specifico, né a segnalare che la Federal Reserve prenderà una decisione imminente sull’emissione di una valuta digitale della banca centrale statunitense (CBDC).

I policy-maker e lo staff della Federal Reserve studiano attentamente il MDBC da diversi anni, guidati dalla convinzione che qualsiasi MDBC statunitense dovrebbe, tra le altre cose, fornire benefici alle famiglie, alle imprese e all’economia nel suo complesso che superino i costi e siano coerenti con la legislazione attuale.

– fornire benefici alle famiglie, alle imprese e all’economia nel suo complesso che superino i costi e i rischi;

– produrre tali benefici in modo più efficiente dei metodi alternativi;

– integrare, anziché sostituire, le forme esistenti di denaro e i metodi di fornitura dei servizi finanziari;

– proteggere la privacy dei consumatori;

– proteggere da attività criminali;

– godere di un ampio sostegno da parte delle principali parti interessate.

Dall’analisi iniziale della Federal Reserve, un potenziale MDBC statunitense, se creato, servirebbe meglio i bisogni degli Stati Uniti essendo protetto dalla privacy, intermediato, ampiamente trasferibile e con un’identità verificata. Tuttavia, come notato sopra, questo documento non intende promuovere un risultato politico specifico e non prende una posizione sull’argomento.

Mentre gli americani hanno tenuto a lungo denaro principalmente in forma digitale […] un MDBC sarebbe diverso dal denaro digitale esistente disponibile al pubblico in generale perché un MDBC sarebbe una responsabilità della Federal Reserve, non una banca commerciale.

Un MDBC potrebbe potenzialmente offrire una serie di vantaggi. Per esempio, potrebbe fornire alle famiglie e alle imprese una comoda forma elettronica di denaro della banca centrale, con la sicurezza e la liquidità che questo implica. Darebbe agli imprenditori una piattaforma su cui creare nuovi prodotti e servizi finanziari; promuoverebbe pagamenti più veloci e meno costosi (compresi i pagamenti transfrontalieri); ed espanderebbe l’accesso dei consumatori al sistema finanziario. Un CBDC potrebbe inoltre presentare alcuni rischi e sollevare una varietà di importanti questioni politiche, compreso il modo in cui potrebbe influenzare la struttura di mercato del settore finanziario, il costo e la disponibilità del credito, la sicurezza e la stabilità del sistema finanziario, e l’efficacia della politica monetaria.

La Federal Reserve non intende procedere con l’emissione di un CBDC senza un chiaro supporto esecutivo e congressuale, idealmente sotto forma di una specifica legislazione di autorizzazione.

La Federal Reserve sta inoltre sviluppando un nuovo servizio di regolamento interbancario per i pagamenti istantanei, il FedNow Service, il cui lancio è previsto per il 2023. Questi servizi di pagamento istantaneo permetteranno alle banche commerciali di fornire servizi di pagamento alle famiglie e alle imprese 24 ore al giorno, ogni giorno dell’anno, con i destinatari che avranno accesso immediato ai fondi trasferiti. La crescita di questi servizi di pagamento istantaneo potrebbe anche ridurre i costi e le commissioni associate a certi tipi di pagamento.

Inoltre, una serie di servizi guidati dai consumatori e accessibili tramite dispositivi mobili hanno reso i pagamenti digitali più veloci e convenienti.

Alcuni di questi nuovi servizi di pagamento, tuttavia, potrebbero porre dei rischi alla stabilità finanziaria, all’integrità del sistema di pagamento e ad altri rischi. Per esempio, se la crescita dei servizi di pagamento non bancari dovesse causare uno spostamento su larga scala di denaro dalle banche commerciali alle non-banche, la mancanza di protezioni equivalenti a quelle che accompagnano il denaro delle banche commerciali potrebbe introdurre un rischio di perdita o altre instabilità nel sistema finanziario.

Un test cruciale per un potenziale CBDC è se si rivelasse superiore ad altri metodi che potrebbero affrontare i problemi descritti in questo documento.

Tuttavia, come responsabilità della Federal Reserve, un CBDC non richiederebbe meccanismi come l’assicurazione dei depositi per mantenere la stabilità del sistema finanziario.

Il CBDC sarebbe il bene digitale più sicuro disponibile al pubblico, senza rischio di credito o di liquidità.

Un modello intermediato faciliterebbe l’uso dei quadri esistenti del settore privato per la privacy e la gestione dell’identità, sfrutterebbe la capacità d’innovazione del settore privato e ridurrebbe il rischio di interruzioni destabilizzanti per il buon funzionamento del sistema finanziario statunitense.

Un CBDC potrebbe potenzialmente servire come nuova base per il sistema di pagamenti e un ponte tra diversi servizi di pagamento, tradizionali e non.

Potrebbe anche mantenere la centralità di una valuta sicura e affidabile della banca centrale in un ambiente in rapida crescita.

Un altro potenziale beneficio di un CBDC emesso dagli Stati Uniti potrebbe essere quello di preservare il ruolo internazionale dominante del dollaro americano.

Il ruolo internazionale del dollaro, tra le altre cose, beneficia agli Stati Uniti, riducendo i costi di transazione e di prestito per le famiglie, le imprese e il governo degli Stati Uniti. Il ruolo internazionale del dollaro permette anche agli Stati Uniti di influenzare le norme del sistema monetario globale.

Tuttavia, è importante considerare le implicazioni di una potenziale situazione futura in cui molti paesi stranieri e unioni monetarie potrebbero aver introdotto le CBDC. Alcuni hanno suggerito che se questi nuovi CBDC fossero più attraenti delle forme esistenti del dollaro americano, l’uso globale del dollaro potrebbe diminuire – e un CBDC americano potrebbe consentire di preservare il ruolo internazionale del dollaro.

In alcune giurisdizioni, tuttavia, i pagamenti digitali hanno rapidamente soppiantato il denaro contante. Mentre l’uso di quest’ultimo negli Stati Uniti è sceso dal 40% delle transazioni nel 2012 (12% in valore) al 19% nel 2020.

Se negli Stati Uniti queste tendenze dovessero continuare, i consumatori potrebbero volere scegliere una valuta digitalizzata della banca centrale che, come il contante, non comporterebbe alcun rischio di credito o di liquidità.

Commenti

Per lasciare un commento, abbonatevi.
Articoli correlati
Estratti
13 Ott 2022
gratuit

Prossimamente, il GEAB 168: La globalizzazione e la frammentazione si accavallano…

Estratti
14 Set 2022
gratuit

Prossimamente, il GEAB 167 : Fine della centralità dell’Europa nel mondo

Estratti
14 Lug 2022
gratuit

GEAB – Numero speciale di luglio: sorvolare il futuro dallo spazio