Home Les bulletins GEAB GEAB 130 Valutazione delle anticipazioni per il 2018 (dal GEAB 121 del gennaio 2018): 68% di successo

GEAB 130

Il numero mensile del Laboratorio europeo di Anticipazione Politica (LEAP) - 15 Dic 2018

Valutazione delle anticipazioni per il 2018 (dal GEAB 121 del gennaio 2018): 68% di successo

17 alti e 16 bassi

Come ogni anno a dicembre, abbiamo proceduto ad una valutazione delle anticipazioni delle tendenze di gennaio, con un punteggio finale di 22,5 su 33 tendenze chiave, ovvero 68,18% di successo, ovvero 7 punti in meno rispetto all’anno scorso (75%).

Lo sguardo che abbiamo lanciato agli inizi del 2018 ha peccato di ottimismo, ottimismo giustificato dalle speranze date da una presidenza francese di certo visionaria ma inconsapevole dell’ineluttabilità delle tendenze nazionaliste in Europa. Siamo quindi i primi a passare il tempo a descrivere la fine delle dinamiche transeuropee e l’ascesa dei nazionalismo. Eppure non abbiamo potuto fare a meno di credere neanche per un momento che la Francia potesse fare marcia indietro riportando l’Europa sullo scenario internazionale.

La nostra visione sarà stata giusta per una parte dell’anno. Poi le cose si sono complicate e l’estate ha fatto decisamente spostare il mondo in quella logica da tempo anticipata – una bipolarizzazione in campo cinese e americano – ma che abbiamo sperato vedere stare alla larga tra l’elezione di Emmanuel Macron e l’estate 2018 «da tutti i pericoli» come abbiamo intitolato lo scorso giugno.

La fine dell’anno rende vana ogni speranza, costringendoci a valutare più rigidamente del solito i nostri «alti e bassi», anche se per una buona parte dell’anno la stessa valutazione sarà stata più favorevole. La percentuale di successo, la più debole mai avuta negli ultimi tredici anni, è inoltre il risultato di una falsa anticipazione che ha avuto delle ripercussioni su molte altre: la debolezza del dollaro.

Ma di questo numero non ce ne vergogniamo affatto per diverse ragioni:

– innanzitutto, chi altro oltre a noi avrebbe il coraggio di prestarsi a questo genere di esercizio di valutazione?

– tutti converranno poi che stiamo per vivere un anno particolarmente ricco di colpi di scena, azioni decisive e trasformazioni;

Commenti

Per lasciare un commento, abbonatevi.
Sommario

Gilet gialli (Francia), manifestazioni pro e anti Brexit (Regno Unito), crisi politica tedesca (Germania), indipendentismo catalano (Spagna), battaglia sul bilancio (Italia), riforma della legge sul lavoro (Ungheria), patto di Marrakech [...]

Anche Geab.eu passa per un proprio periodo di transizione sistemica! Al termine di un lungo processo di consultazione, di riflessione, di costruzione e poi di avviamento, il nuovo sito del [...]

Sviluppi futuri: quale sarà la nuova normalità? Il presidente Trump è emerso come leader di chi si è sentito rimasto indietro nella disparità di razza e chi invece ha sentito [...]

Tanto screditate dagli uni e glorificate da altri, le criptomonete pongono tuttora grandi questioni rappresentando tante minacce quanto opportunità a seconda di chi tra cittadini, istituzioni, imprese o governi. Dopo [...]

Raccomandazione generale: al riparo! Come avrete capito leggendo il seguente numero, sulla fine dell’anno e sull’inizio di quello nuovo si abbattono le nubi. Tirate quindi fuori ombrelli, impermeabili e stivali [...]

Articoli correlati
Geta Grama-Moldovan
15 Set 2019

Hong Kong 2025: periferia di Shenzhen

#Cina #finanza #Monete

Tra il proprio dollaro ancorato a quello USA e alla natura cinese riaffermata fin dalla retrocessione nel 1997, Hong Kong si colloca al centro della guerra commerciale in corso tra [...]

Geta Grama-Moldovan
15 Set 2019

FMI 2020: vittima collaterale della guerra commerciale USA-Cina

#euro #Europa #finanza #governance #Monete

Non c’è solo a Hong Kong a trovarsi nel bel mezzo del fuoco incrociato della guerra commerciale USA-Cina. Tra le vittime collaterali del grande movimento di placche tettoniche attualmente in [...]

Geta Grama-Moldovan
15 Set 2019

Bolton – Mondo – USA 2020: una Perestrojka americana

#Europa #governance #populismo #societa #trump

In linea con le anticipazioni del 2006 riguardanti la caduta della seconda metà del sistema bipolare centrato intorno alla Russia e agli Stati Uniti, la recente destituzione del consigliere alla [...]