Home Focus sulle sfide dell’industria chimica europea

GEAB 138

Il numero mensile del Laboratorio europeo di Anticipazione Politica (LEAP) - 15 Ott 2019

Focus sulle sfide dell’industria chimica europea

Il settore chimico in Europa sta affrontando molte sfide poste dai cambiamenti di competitività, da problemi di sviluppo globale e locale, nonché dall’innovazione normativa e tecnologica. A priori, l’Europa non è attualmente in buona posizione; ma questo si può rivelare essere un vantaggio qualora ci fosse la volontà imprenditoriale e la disponibilità ad anticipare le esigenze future. Il seguente articolo descrive le difficoltà che si prospettano per il settore e le opportunità che da esse derivano.

Un settore significativo

Come sottolineato dalla Commissione europea, l’“industria chimica è uno dei maggiori settori di produzione in Europa. Come ‘settore abilitante’ svolge un ruolo centrale nel fornire materiali innovativi e soluzioni tecnologiche nel sostenere la competitività industriale dell’Europa. (…) L’industria chimica produce prodotti petrolchimici, polimeri, sostanze inorganiche di base, prodotti specializzati e sostanze chimiche presenti nei prodotti di consumo. (…) L’industria chimica europea:

– rappresenta circa il 7% della produzione industriale europea;

– effettua vendite che ammontano a 527 miliardi di euro (2013), circa il 17% delle vendite chimiche globali;

– fornisce 1,15 milioni di posti di lavoro diretti altamente qualificati (2013);

– assicura posti di lavoro tre volte più di altri settori attraverso l’occupazione indiretta;

– possiede la seconda maggiore quota di valore aggiunto per dipendente (dopo i prodotti farmaceutici);

– rappresenta circa l’1,1% della quota del PIL europeo;

Commenti

Per lasciare un commento, abbonatevi.
Sommario

A mo’ di sintesi e di introduzione alla nostra «Agenda globale del futuro dell’Europa in 56 date», anticipiamo una fine d’anno piena di sorprese e di capovolgimenti di situazione – [...]

Per poter progredire in un mondo complesso e in piena transizione, tanto vale munirsi di un GPS. Questo calendario del futuro triennale è una delle tante guide proposte dal GEAB [...]

Dall’8 luglio scorso, la «parentesi Tsipras» che ha fatto tanto infuriare Unione Europea, Stati Uniti e tanti altri interessi, si è chiusa. Il vento di speranza e rinnovamento che è [...]

Politica monetaria – Attenti a non sbandare Il passaggio a semaforo verde degli indicatori economici legati alla riduzione delle tensioni commerciali di fine anno, accompagnato alla ribellione contro le politiche [...]

Articoli correlati
GEAB
15 Lug 2022

L’economia dello spazio nel 2030: Scontro tra titani e scontro tra realtà

#economia #Europa #governance #spazio #USA

Giovane, se non poppante, il mercato dello spazio sta registrando una crescita del 70% dal 2010 e dovrebbe raggiungere il trilione di dollari annui nel 2040. Si potrebbe credere che [...]

GEAB
15 Giu 2022

2023 – 2025: rischi di blackout. Rispondere all’imperativa necessità di prosilienza

#economia #Energía #finanza #geopolítica #governance

Negazione, illusione di sicurezza, sensazione di impotenza e impreparazione sembrano prevalere in materia di preparazione della popolazione a rischio di blackout su scala europea. Blackout, un termine che spaventa e [...]

GEAB
15 Apr 2022

Calendario del futuro (aprile-settembre): il mondo va avanti…

#Calendario #Europa #geopolítica #mondo #societa

In questi tempi di crisi, con i programmi nazionali e internazionali scossi dalla scottante attualità, non è facile redigere un calendario del futuro. Da un lato, la crisi ucraina che [...]