Home Les bulletins GEAB GEAB 123 Regno Unito 2019: e se la Brexit fosse un successo?

GEAB 123

Il numero mensile del Laboratorio europeo di Anticipazione Politica (LEAP) - 15 Mar 2018

Regno Unito 2019: e se la Brexit fosse un successo?

Finora media e analisti sono stati unanimi: la Brexit rappresenta un futuro incerto e pericoloso per il Regno Unito e solo per il Regno Unito. I nostri lettori sanno che noi siamo sempre stati più cauti al riguardo. Mentre la prima fase di negoziati si è appena compiuta (alla fine dello scorso anno) e la seconda si appresta a iniziare, è venuto il momento di ammettere, da un lato che questa uscita dall’UE offre delle opportunità al Regno Unito, e dall’altro, che porta nuovi rischi reali per l’Unione Europea.

Infatti, in questa seconda fase di negoziati, che verterà sul periodo di transizione e sulla futura relazione tra entrambe le parti, il rapporto di forza potrebbe essere invertito. Il 2 marzo, il governo britannico, a chi lo ha rimproverato fin dall’inizio di mancanza di chiarezza e di realismo, ha chiarito per voce di Theresa May un certo numero di punti ed esposto un concreto piano di uscita. Dal canto suo, la Commissione si mostra sempre meno cooperativa e impone esigenze (impossibilità per il Regno Unito di cominciare a negoziare accordi commerciali durante il periodo di transizione, barriera doganale alla frontiera irlandese tra l’isola di Irlanda e quella della Gran Bretagna) ritenute da alcuni irrealistiche. Se l’Unione Europea restasse cieca troppo a lungo di fronte ai progressi raggiunti dal Regno Unito dando prova di scarso spirito vendicativo (destinato a mettere paura agli altri paesi), potrebbe provocare un contraccolpo in grado di innescare proprio quello che vorrebbe evitare: un effetto domino.

La Brexit è il grande fallimento della Commissione europea che le ha imposto di attuare una propria riforma più che vendicarsi del Regno Unito. Se nel 2019 ci si ritrovasse in una situazione in cui il Regno Unito, non più sotto la protezione di Bruxelles, si riposiziona con successo (immagine dinamica, moderna e rivolta al resto del mondo) mentre l’Unione sguazza ancora nei propri malfunzionamenti, lentezze e blocchi che hanno finito per far fuggire il Regno Unito, cosa credete che succederà?

Commenti

Per lasciare un commento, abbonatevi.
Sommario

Da molti mesi anticipiamo la ripresa del controllo politico da parte dei livelli nazionali nel mondo. Tale controllo si è imposto come una necessità legata all’incapacità strutturale dei livelli sovranazionali [...]

Come è noto, Trump ha dato il via libera ad una vasta reinvenzione delle relazioni commerciali imponendo i dazi doganali sull’acciaio e sull’alluminio sostenendo, oltre il fatto di dover proteggere [...]

Nei prossimi cinque anni, le ICO (Initial Coin Offering), che appaiono oggi un micro-fenomeno nel settore relativo alla raccolta fondi, costituiranno un mezzo indispensabile per strutturare un’impresa a lungo termine. [...]

Non ha bisogno più nessuno di petrolio caro, e anticipiamo che nei prossimi mesi i prezzi del petrolio caleranno in modo significativo e durevole. Qui di seguito le ragioni che [...]

- ICO, siate agili ma prudenti - NEOM, la chiave verso la cittadinanza di un nuovo Medio Oriente? - Petrolio: diffidate della fluttuazione del dollaro - Armamenti europei: QE militare [...]

Articoli correlati
Geta Moldovan
15 Apr 2019

Flussi migratori: le sfide di una diminuzione

#economia #Europa #globaleuropa #migrazione

Può sembrare azzardato affermare che le grandi «invasioni» migratorie non fanno parte del futuro dell’Europa nel momento in cui il «blocco libico» dolorosamente chiuso a seguito della caduta di Kaddhafi [...]

Geta Moldovan
15 Mar 2019

Verso una «Sfera Economica Francofona» (SEF)

#economia #Europa #francofonia #lingue #mondo

Emmanuel Macron ha assunto il potere per servire un programma europeo che passa per il reinserimento della Francia – emarginata dal 2003 ma senza la quale non c’è Europa – [...]

Geta Moldovan
15 Mar 2019

Elezioni europee/Europa 2040: “E adesso qualcosa di completamente diverso”

#elezioni #Europa #geopolítica #governance

(Rivolto agli attori della campagna europea) In questo numero si parla molto di epiloghi! Per quanto riguarda l’Unione, tappa dell’integrazione europea nata il 7 febbraio 1992 a Maastricht, le prossime [...]