Home Gli impatti differenziati della crisi Covid-19: un breve giro del mondo geo-economico

GEAB 150

Il numero mensile del Laboratorio europeo di Anticipazione Politica (LEAP) - 15 Dic 2020

Gli impatti differenziati della crisi Covid-19: un breve giro del mondo geo-economico

La crisi Covid-19 non inventa nulla, non fa altro che celebrare le tendenze già in atto. Così facendo crea uno squilibrio. Non ci sbagliamo quindi nell’analizzare queste tendenze. Ora, sembrerebbe che l’Occidente senta bussare troppo spesso alla propria porta. Le deformazioni di percezione del mondo provocate da un sistema di informazione la cui obiettività e i cui punti di vista sono sempre più discutibili (censura morale, crisi covidiana, localismo crescente…) contano qualcosa in questa mancanza di giudizio.

Qua e là leggiamo che i paesi in via di sviluppo/emergenti rischierebbero di rimanere a bocca asciutta nell’ambito di una ripresa post-Covid che gioverebbe soprattutto ai paesi sviluppati[1]. Questo tipo di visione – Terzo Mondo contro paesi sviluppati – ci sembra provenire più dagli anni ’70 che dal mondo attuale. Il divario che si appresta ad allargarsi alla ripresa dell’attività non sarà più a sfavore dell’Occidente che dei paesi in via di sviluppo? Per valutare meglio la situazione, proponiamo di procedere ad un rapido giro del mondo nel quale tenteremo di identificare le grandi caratteristiche delle dinamiche evolutive di ogni regione.

Commenti

Per lasciare un commento, abbonatevi.
Sommario

Centocinquanta numeri del GEAB sono anche quindici anni e circa 4000 pagine passate a indagare sul futuro, immaginando con quali sotterfugi riuscirà a imporsi, ad anticipare le crisi che provocherà [...]

Il mese scorso, grazie al nostro team junior, abbiamo esplorato i misteri del cyber-mondo. Questa prima analisi è fruttuosa e ci conduce già a nuove anticipazioni. Organizzazioni criminali e terroriste, [...]

Le sanzioni hanno colpito! Quasi... All'interno del Consiglio europeo che si è appena riunito il 10 e 11 dicembre i capi di Stato e di governo dei 27 Stati membri [...]

Non essendo stato il 2020 un anno come tutti gli altri, cosa che non sarà sfuggita a nessuno, per la fine dell'anno ci aspettiamo una particolare autovalutazione. Non avendo integrato [...]

-> Sistema monetario: il «reset» si avvicina -> Bitcoin: indecisione -> Dollaro USA: le cose non vanno affatto bene -> Valori finanziari: «Splash» -> RyanAir/Airbnb …: Attenzione! -> Materie prime: [...]

Articoli correlati
GEAB
12 Ago 2022

Guerra in Ucraina: cronaca di un’era che non finisce più

#Europa #geopolítica #governance #NATO #Ucraina

Per la nostra tradizionale ricerca negli archivi per il mese di agosto, abbiamo logicamente scelto il grande tema del 2022: l'ingresso in Ucraina delle truppe russe. L'interesse per questa ricerca [...]

GEAB
15 Giu 2022

Segnali deboli geopolitici : sintesi di un mondo che cambia

#brics #geopolítica #governance #Ucraina

BRICS + Se il continente europeo sembra vivere al passo con l'invio di armi all'Ucraina e le ondate degli shock politici che il conflitto provoca nelle nostre società, questa guerra [...]

GEAB
15 Giu 2022

Fine 2022 – La firma dell’accordo di pace tra Armenia e Azerbaigian inaugura un nuovo futuro per il sud del Caucaso

#caucaso #geopolítica #governance #mondo

Attualmente la crisi ucraina sta permettendo a molti paesi di muovere le proprie pedine. Tra questi ritroviamo in primis la Turchia, la quale, in collaborazione con Israele, sta escogitando il [...]