Home Les bulletins GEAB GEAB 140 Valutazioni delle anticipazioni per il 2019 (numeri del GEAB n°131 di gennaio 2019): 70,5% di successo (27,5/39)

GEAB 140

Il numero mensile del Laboratorio europeo di Anticipazione Politica (LEAP) - 15 Dic 2019

Valutazioni delle anticipazioni per il 2019 (numeri del GEAB n°131 di gennaio 2019): 70,5% di successo (27,5/39)

Come ogni anno nel mese di dicembre abbiamo proceduto alla valutazione delle anticipazioni delle tendenze pubblicate lo scorso gennaio. Diamo un punteggio finale di 27,5 su 39 tendenze chiave, ovvero il 70,5% di successo, ossia 2,5 punti in più rispetto allo scorso anno (68%).

Nel 2019 abbiamo organizzato le tendenze “up and down” in tre grandi temi (governance, Eco-fi-Mon e Geopolitica) per ciascuno dei quali abbiamo identificato una tendenza dominante e varie tendenze “up and down”. I punteggi ottenuti per ciascuna delle categorie sono i seguenti:

Governance:     6/8 (tendenza dominante confermata), ovvero 75% di successo

Eco-Fi-Mon : 13,5/18 (tendenza dominante confermata), ovvero 75% di successo

Geopolitica: 8/13 (tendenza dominante confermata), ovvero 61,5% di successo

A nostro avviso, il fatto che le tre tendenze dominanti siano tutte confermate è un aspetto importante dell’accuratezza di punti di vista proposti undici mesi fa; si tratta infatti di tendenze strutturanti sulle quali abbiamo basato la nostra visione dell’anno a venire. Queste tre tendenze hanno in parte guidato un buon numero di anticipazioni nei mesi a seguire. Abbiamo pensato di dare maggior peso a queste tre tendenze ma ci limitiamo a richiamare l’attenzione dei lettori sulla loro importanza qualitativa.

I punteggi ottenuti sulla governance e sull’economia sono confortanti.

Sulle questioni economiche, finanziarie e monetarie, sulla riforma del sistema monetario, l’oro, le energie, l’inflazione, i tassi di interesse, le pensioni ci abbiamo visto giusto… Abbiamo purtroppo perso un punto dato per scontato riguardo l’istituzionalizzazione delle criptomonete: a tal riguardo, tutte le anticipazioni dell’anno si sono rivelate giuste ma lo scorso gennaio siamo stati pessimisti sulla capacità del sistema nel cominciare a progredire decisamente in questa direzione. Per una volta, le cose sembrano andare più in fretta di quanto anticipato.

In materia di governance, la nostra delusione è la Brexit, di cui pensavamo che l’anno sarebbe bastato all’Europa e al Regno Unito per liberarsene. Questa prospettiva è tuttora davanti a noi. Per il resto sono perlopiù buone intuizioni.

Paradossalmente è sulla geopolitica – pur essendo il nostro settore di eccellenza – ad aver ottenuto i peggiori risultati. Ad essere in discussione sono probabilmente i ritardi registrati nello sviluppo di alcune strategie della Casa Bianca – soprattutto in Medio Oriente – che ci portano a rivedere non la nostra analisi ma il calendario di attuazione.

Invitiamo i nostri lettori ad osservare da soli le tendenze di gennaio la cui valutazione quest’anno ci è sembrata più difficile del solito, dato che molto sembra dipendere dai punti di vista e dagli argomenti utilizzati messi in evidenza. Va detto che, a nostro avviso, la complessità del mondo è al suo massimo (ricordiamo che abbiamo anticipato un calo di complessità per i prossimi tempi) e che attualmente coesistono tutto e il contrario di tutto.

Commenti

Per lasciare un commento, abbonatevi.
Sommario

L'anno che si avvicina non è un anno qualsiasi ma il 2020! Il LEAP è uno dei discendenti del progetto di «reinvenzione dell'Europa» di Franck Biancheri inaugurato ad Atene nel [...]

Una valutazione più approfondita delle nostre anticipazioni dell'anno servirà ad aggiornare la mappa delle grandi trasformazioni del mondo. Ecco una sintesi di un anno di anticipazioni testate alla luce dei [...]

Aziende: guardatevi le spalle! Il mondo si sta riorientando sulle grandi regioni. Questa tendenza, identificata tanto tempo fa dal GEAB e più volte confermata, non riguarda naturalmente solo le dinamiche [...]

Articoli correlati
Geta Grama-Moldovan
15 Giu 2020

Investimenti, tendenze e raccomandazioni (giu 2020)

#cripto #dollaro #finanza #Investimenti #petrolio

Petrolio: spostamento di un altro baricentro La Cina, primo importatore di petrolio, sta finalizzando la protezione del proprio sistema di approvvigionamento energetico. La sua strategia è fondata sulla diversificazione delle [...]

Geta Grama-Moldovan
15 Giu 2020

Energia 2020-2050: La Cop26 deve tracciare la strada verso un futuro intelligente dell’energia

#Energía #finanza #governance #mondo #petrolio

Al giorno d'oggi, i produttori di energia, distributori e investitori nel mondo stanno affrontando una triplice difficoltà: calo della domanda, calo di capacità e guerre di prezzi, i quali vanno [...]

Geta Grama-Moldovan
15 Giu 2020

Il mondo di dopo: ascesa del cittadino digitale sovrano

#bitcoin #cripto #finanza #Investimenti #mondo #societa

"Il nuovo oro nero sono i dati digitali": questo detto è noto, ma gli obiettivi un po' meno. Secondo Satya Nadella, amministratore delegato della Microsoft, il mondo ha recuperato due [...]