Home 2030 – Rischio di estinzione dell’Amazzonia e imperativo di reinvenzione del modello agricolo brasiliano

GEAB 149

Il numero mensile del Laboratorio europeo di Anticipazione Politica (LEAP) - 15 Nov 2020

2030 – Rischio di estinzione dell’Amazzonia e imperativo di reinvenzione del modello agricolo brasiliano

L’Amazzonia è in pericolo di estinzione. Lo sappiamo da decenni, ma studi recenti e avvenimenti politici hanno dimostrato che la scomparsa della foresta amazzonica è molto più rapida di quanto si pensi. Paradossalmente, il settore che minaccia maggiormente la sopravvivenza della foresta amazzonica – l’agricoltura – sarà anche quello ad essere più duramente colpito dalla scomparsa della foresta tropicale, con conseguenze che superano ampiamente le frontiere del bacino amazzonico. Studi dimostrano che l’Amazzonia è così prossima alla scomparsa, con poche misure prese, che comincerà probabilmente ad avere un impatto negativo sul settore agricolo delle Americane – comprese due dei maggiori produttori alimentari del mondo: Stati Uniti e Brasile[1] – dal 2030[2].

L’attuale foresta amazzonica è una reliquia di un’epoca molto più umida. Senza la più grande foresta tropicale umida del mondo, il nord del Sudamerica sarebbe un ecosistema molto più secco, poco diverso dalle savane africane. La foresta produce tuttavia un proprio clima, con i suoi miliardi di alberi che pompano enormi quantità di vapore acqueo nell’atmosfera. Buona parte di questo vapore acqueo forma delle nubi appena al di sopra della foresta amazzonica che piovono su di essa e vengono immediatamente catturate dalle radici di miriadi di alberi ed altre piante. In questo modo, l’acqua entra in circolo dall’assorbimento delle piante – evaporazione dalle piante – piovendo sulla foresta senza poter scorrere verso i grandi fiumi e finire nell’Oceano Atlantico. Naturalmente il fiume amazzone è il più grande del mondo, trasportando diversi milioni di metri cubi d’acqua verso l’Atlantico ogni giorno, ma gran parte dell’acqua della foresta resta nella foresta ed è rimasta nel sistema per milioni di anni arrivando a mantenere la foresta tropicale umida e viva in una regione che altrimenti non riceverebbe sufficiente umidità dall’Atlantico per sostenere una foresta tropicale[3].

Commenti

Per lasciare un commento, abbonatevi.
Sommario

Con l'annuncio dei media della vittoria del candidato democratico alle presidenziali americane, l'Europa sta vivendo l'ultima di quelle grandi allucinazioni collettive descritte il mese scorso nel GEAB: «con Biden l'America [...]

Con questo articolo, il team del LEAP si apre ad una dimensione ancora sconosciuta del mondo del XXI secolo: il cyber-mondo, dove comunque viene costruita una società che interagisce e [...]

Mentre il mondo sta ancora contando i morti di Covid e proiettando le conseguenze di questa crisi sui mercati finanziari, sull'economia e sulla società, forse è già il momento di [...]

Questa settimana di pubblicazione del GEAB è piena di grossi avvenimenti da segnalare: 12-16 novembre: Vertice dell’ASEAN/Vietnam. I dibattiti vertono, in particolare, sugli enormi rischi che le tensioni cino-americane fanno [...]

Ricchezze materiali: non perdete niente Il mondo di domani sarà digitale, questo è sicuro. Non prima però di essere stato regolamentato, organizzato e controllato. Allo stato attuale delle cose, su [...]

Articoli correlati
GEAB
15 Giu 2021

Global Britain-Cina 2021-2024: la rivalità sistemica fondamentale

#Cina #geopolítica #GlobalBritain #mondo

Mentre Biden sta alleggerendo la retorica americana anticinese - annullando, ad esempio, le misure adottate da Trump contro TikTok e WeChat, il nostro team anticipa che una rivalità sistemica molto [...]

GEAB
15 Mar 2021

Vaticano 2023: superare l’Apocalisse

#geopolítica #governance #religioni

Che si creda o meno alla profezia di Malachia che ha identificato Papa Francesco come l'antipapa (l'ultimo di 112 papi), una cosa è sicura: nell'universo chiaramente simbolico e probabilmente un [...]

GEAB
15 Mar 2021

L’Europa in un periodo di disillusione: sognare un mondo migliore, svegliarsi al centro di un campo di battaglia

#covid #Europa #geopolítica #governance #Unione Europea

La rivoluzione ideologica dell'UE impone una rivoluzione strutturale. Il 2020 ha accelerato ogni tendenza di trasformazione sistemica. Nel 2021 questo volo nello spazio dello sconfinato pianeta conoscerà le turbolenze dell'ingresso [...]