Home Les bulletins GEAB GEAB 125 Calendario futuro (maggio 2018)

GEAB 125

Il numero mensile del Laboratorio europeo di Anticipazione Politica (LEAP) - 15 Mag 2018

Calendario futuro (maggio 2018)

Il futuro è colmo di dati di fatto sui quali è opportuno fondare le anticipazioni che chiariscono le nostre decisioni. Ogni tre mesi, pertanto, il nostro team condivide con i lettori con questi dati «grezzi» del proprio lavoro sotto forma di calendario commentato dei prossimi tre mesi che ciascuno potrà adattare alle proprie problematiche. Uno strumento di chiarimento semplice e inedito.

17 maggio – Vertice UE-Balcani a Sofia (Bulgaria)

Abbiamo spesso ripetuto che l’allargamento dell’Unione nei Balcani era una bomba geopolitica allo stato attuale delle relazioni UE-Russia e UE-Turchia. È però interessante come i termini «integrazione» o «allargamento» non figurino nella descrizione istituzionale del vertice UE-Balcani[1]; si tratta invece di «cooperazione», «partenariato» e «avvicinamento». La questione del Kosovo che divide l’UE (Grecia, Romania, Spagna, Cipro e Slovacchia non riconoscono lo stato del Kosovo) è stata tra l’altro raggirata attribuendo al Kosovo uno statuto neutro nella riunione. Infine, il vertice è stato organizzato su iniziativa della Bulgaria, attuale presidenza dell’UE, e dei paesi che, com’è noto, hanno la simpatia della Russia. Ci sono quindi tutte le condizioni affinché questo vertice contribuisca veramente ad avviare una dinamica costruttiva e non ideologica di partenariato privilegiato tra la regione dell’UE e quella dei Balcani, iniziativa importante vista da questa prospettiva! Immaginiamo per un attimo che la Russia venga invitata all’ultimo minuto come osservatore e il vertice UE-Balcani favorisca anche il rilancio delle relazioni UE-Russia, come speravamo qualche mese fa…

18 maggio: Visita di Merkel a Sotchi (Russia)

È nella bella stazione balneare di Sotchi che alla Merkel e a Putin piace incontrarsi a maggio… Il 2 maggio 2017 hanno inaugurato questa «tradizione» in un contesto di relazioni già molto tese. Malgrado i commenti pessimisti sulla fattibilità dell’appuntamento, i due si sono davvero incontrati. Quest’anno il contesto è molto più favorevole, in particolare grazie alla recente uscita degli Stati Uniti dall’accordo nucleare iraniano, azione che avvicina Europa e Russia. La situazione in continua evoluzione in Medio Oriente fornirà quindi di sicuro un primo argomento di conversazione tra i due; ma anche il futuro del gasdotto Nordstream II, naturalmente l’Ucraina, inevitabilmente le conclusioni del vertice UE-Balcani del giorno prima. È comunque rassicurante che i due si parlino.

Commenti

Per lasciare un commento, abbonatevi.
Sommario

A seguito della rimozione degli ultimi blocchi posti sull’ordine mondiale precedente e in linea con le nostre anticipazioni, tutte le dinamiche di trasformazione finora impiegate scorrono ormai lungo percorsi tracciati [...]

Il Medio Oriente sembra essere sul punto di andare a fuoco. Per la prima volta Iran e Israele sono uno contro l’altro. Il regime turco si sta irrigidendo dando ormai [...]

Il progetto di megacittà medio-orientale NEOM di cui abbiamo già parlato è una vera ragione per sperare. Come abbiamo detto l’ultima volta, i sauditi non presenterebbero questo progetto adesso se [...]

Anche in materia finanziaria la preoccupazione è d’obbligo. L’aprile scorso, i discorsi allarmisti del FMI hanno annunciato un’enorme crisi entro il 2020 legata al livello di indebitamento mondiale che dieci [...]

Il rilancio delle dinamiche europee, quali che esse siano, dipende in gran parte dal ripristino delle relazioni con la Russia che divisa dall’Unione dal 2004 e prova come questo artificio, [...]

Le criptomonete sono al centro di molti interrogativi, dei privati, delle imprese e delle autorità di mercato, e quindi degli Stati. Il loro ruolo nella vita economica sta diventando sempre [...]

- Petrolio: non fateci caso! Dollaro: Affari da fare? - Oro: Non come gli altri - Prestiti: affrettatevi! - Risparmi: al riparo! - Creazione di impresa: data di scadenza - [...]

Articoli correlati
Geta Moldovan
15 Feb 2019

Gas nucleare/Germania-Francia: due colossi per un’Europa dell’energia

#Energía #Europa #gas

Nel 2014, nel contesto della crisi ucraina in parte motivata dall’energia, gli europei si sono resi conto che sessantatre anni dopo la firma del trattato della CECA, punto di partenza [...]

Geta Moldovan
15 Feb 2019

Calendario futuro (febbraio-maggio 2019): 26 date che stanno cambiando il mondo… oppure no

#Calendario #Europa #governance #mondo #trump

Per poter avanzare in un mondo complesso e in piena transizione è meglio munirsi di un GPS. Questo calendario futuro triennale è una delle tante guide proposte dal GEAB ai [...]

Geta Moldovan
15 Feb 2019

Crisi sistemica globale: un atto di fede

#crisi #Europa #geopolítica #governance #mondo

La graduale scomparsa dei vari vincoli di stabilità del mondo di ieri (organizzazioni internazionali, trattati, alleanze, regolamentazioni...) è preoccupante. Questa paura farà da stimolo oppure finirà per essere cattiva consigliera? [...]