Home 2020: la democrazia in zona euro… finalmente…

GEAB 145

Il numero mensile del Laboratorio europeo di Anticipazione Politica (LEAP) - 15 Mag 2020

2020: la democrazia in zona euro… finalmente…

E se la decisione della Corte costituzionale federale tedesca (Bundesverfassungsgericht – BVerfG) del 5 maggio, invece di un sasso nello stagno, fosse la prima pietra dell’edificio politico e democratico dell’Euroland? È la prima reazione che abbiamo avuto mentre i media hanno sfornato articoli uno più catastrofico dell’altro sulle ripercussioni sul futuro dell’euro, della BCE, della zona euro e perfino dell’Europa in generale. Bisogna ammettere che lo scenario è ben delineato, in piena crisi pandemica da Covid-19, un continente in lockdown, dove tutti i punti di riferimento europei sembrano essere stati efficacemente cancellati da un cattivo vento di ripiegamento su se stesso (chiusura delle frontiere, sospensione dei viaggi, ostracismo…) e desolidarizzazione (crisi dei coronabond, apparente rifiuto di mutualizzazione del muro del debito degli stati, corsa al vaccino…).

La Corte tedesca si basa sul principio di democrazia e di sovranità popolare per fondare il proprio giudizio, dissecare il processo europeo che nel 2015 ha portato la BCE a lanciare un proprio programma di acquisto di titoli di stato, che non rientrerebbe tra le sue competenze, e quindi anti-democratico, e rimandare la sentenza della CGUE, pur avendola adita sotto domanda di pronuncia pregiudiziale[1][2]. In questa decisione due attacchi quindi, uno che rimette in discussione la governance della zona euro e il ruolo dell’onnipotente Banca Centrale, l’altro che mette in discussione il grado di supremazia del diritto europeo su quello degli stati nazionali[3].

Commenti

Per lasciare un commento, abbonatevi.
Sommario

Le prossime presidenziali americane, al di là degli aspetti ancora piuttosto abituali, presenta ormai caratteristiche nuove. Ad esempio: 1/non è il centro di interesse del pianeta; 2/a causa della pandemia, [...]

L'ultimo salto quantico in materia di pubblica sanità risale al XIX secolo, come risultato dell'applicazione dell'assistenza sanitaria gratuita per tutti. Questa estensione del settore della sanità ha avuto come effetto [...]

Come è stato più volte ripetuto fin dall'inizio della crisi, il COVID agirà da acceleratore a più livelli. Se c'è un settore per il quale questa affermazione dovrà essere messa [...]

I mercati dei metalli preziosi stanno precipitando per prepararsi alla più grande corsa al rialzo della storia? Le recenti misure adottate dalla London Bullion Market Association, dalla Chicago Mercantile Exchange [...]

Assicurazioni – La fine del sistema per come lo abbiamo conosciuto Secondo Lloyd's di Londra, quest'anno il settore delle assicurazioni dovrà versare 203 miliardi di dollari e i professionisti ritengono [...]

Articoli correlati
GEAB
15 Ott 2021

Investimenti, tendenze e raccomandazioni (ott)

#Criptomonete #Energía #finanza #Investimenti #nuove tecnologie

Denaro, oro, materie prime e cripto – Resistenti Le osservazioni precedenti sostengono le raccomandazioni del marzo scorso "breve guida per l'investitore in tempi di riflazione-inflazione". Un nuovo sistema monetario non [...]

GEAB
15 Ott 2021

Dollaro – Il tempo stringe

#crisi #dollaro #finanza #valuta

Il dollaro crollerà solo dopo la decisione americana di farlo crollare. Ora, gli Stati Uniti si trovano in una situazione che li accomuna dal momento in cui dovranno prendere questa [...]

GEAB
15 Ott 2021

Lusso – Un modello economico futuro-compatibile

#economia #inflazione #lusso #mondo

Lo scorso agosto, Bernard Arnault (LVMH) ha superato Jeff Bezos (Amazon) nella classifica delle persone più ricche del mondo. I giganti del lusso stanno ottenendo risultati in Borsa veramente spudorati. [...]