Home 2020: la democrazia in zona euro… finalmente…

GEAB 145

Il numero mensile del Laboratorio europeo di Anticipazione Politica (LEAP) - 15 Mag 2020

2020: la democrazia in zona euro… finalmente…

E se la decisione della Corte costituzionale federale tedesca (Bundesverfassungsgericht – BVerfG) del 5 maggio, invece di un sasso nello stagno, fosse la prima pietra dell’edificio politico e democratico dell’Euroland? È la prima reazione che abbiamo avuto mentre i media hanno sfornato articoli uno più catastrofico dell’altro sulle ripercussioni sul futuro dell’euro, della BCE, della zona euro e perfino dell’Europa in generale. Bisogna ammettere che lo scenario è ben delineato, in piena crisi pandemica da Covid-19, un continente in lockdown, dove tutti i punti di riferimento europei sembrano essere stati efficacemente cancellati da un cattivo vento di ripiegamento su se stesso (chiusura delle frontiere, sospensione dei viaggi, ostracismo…) e desolidarizzazione (crisi dei coronabond, apparente rifiuto di mutualizzazione del muro del debito degli stati, corsa al vaccino…).

La Corte tedesca si basa sul principio di democrazia e di sovranità popolare per fondare il proprio giudizio, dissecare il processo europeo che nel 2015 ha portato la BCE a lanciare un proprio programma di acquisto di titoli di stato, che non rientrerebbe tra le sue competenze, e quindi anti-democratico, e rimandare la sentenza della CGUE, pur avendola adita sotto domanda di pronuncia pregiudiziale[1][2]. In questa decisione due attacchi quindi, uno che rimette in discussione la governance della zona euro e il ruolo dell’onnipotente Banca Centrale, l’altro che mette in discussione il grado di supremazia del diritto europeo su quello degli stati nazionali[3].

Commenti

Per lasciare un commento, abbonatevi.
Sommario

Le prossime presidenziali americane, al di là degli aspetti ancora piuttosto abituali, presenta ormai caratteristiche nuove. Ad esempio: 1/non è il centro di interesse del pianeta; 2/a causa della pandemia, [...]

L'ultimo salto quantico in materia di pubblica sanità risale al XIX secolo, come risultato dell'applicazione dell'assistenza sanitaria gratuita per tutti. Questa estensione del settore della sanità ha avuto come effetto [...]

Come è stato più volte ripetuto fin dall'inizio della crisi, il COVID agirà da acceleratore a più livelli. Se c'è un settore per il quale questa affermazione dovrà essere messa [...]

I mercati dei metalli preziosi stanno precipitando per prepararsi alla più grande corsa al rialzo della storia? Le recenti misure adottate dalla London Bullion Market Association, dalla Chicago Mercantile Exchange [...]

Assicurazioni – La fine del sistema per come lo abbiamo conosciuto Secondo Lloyd's di Londra, quest'anno il settore delle assicurazioni dovrà versare 203 miliardi di dollari e i professionisti ritengono [...]

Articoli correlati
GEAB
12 Ago 2022

Guerra in Ucraina: cronaca di un’era che non finisce più

#Europa #geopolítica #governance #NATO #Ucraina

Per la nostra tradizionale ricerca negli archivi per il mese di agosto, abbiamo logicamente scelto il grande tema del 2022: l'ingresso in Ucraina delle truppe russe. L'interesse per questa ricerca [...]

GEAB
15 Lug 2022

L’economia dello spazio nel 2030: Scontro tra titani e scontro tra realtà

#economia #Europa #governance #spazio #USA

Giovane, se non poppante, il mercato dello spazio sta registrando una crescita del 70% dal 2010 e dovrebbe raggiungere il trilione di dollari annui nel 2040. Si potrebbe credere che [...]

GEAB
15 Lug 2022
gratuit

Editoriale – Spazio 2030: In un mondo post-Ucraina una nuova era diventa realtà

#anticipazione #economia #governance #spazio

Il prossimo settembre, la sonda spaziale Psyche della NASA decollerà da Cap Canaveral per studiare l'asteroide con lo stesso nome e i metalli che ne sporcano la superficie. Dietro la [...]