Home Les bulletins GEAB GEAB Medio oriente Elezioni turche – L’impossibilità del caos in Turchia (GEAB 98 / Ottobre 2015)

GEAB Medio oriente

Il numero mensile del Laboratorio europeo di Anticipazione Politica (LEAP) - 15 Ago 2019

Elezioni turche – L’impossibilità del caos in Turchia (GEAB 98 / Ottobre 2015)

Abbiamo più volte analizzato come solo potenze regionali fossero in grado di riportare la calma in Medio Oriente e di risolvere la questione Daesh, nemico comune capace di mettere tutti (o quasi) d’accordo. Avevamo però affermato che l’intervento degli Stati Uniti o della Russia avrebbe avuto il solo effetto di aggravare le tensioni.

Occasioni continuamente mancate

Tutto questo per dire che i recenti sviluppi verso un confronto Stati Uniti/Russia in Medio Oriente non sembrano portare nella giusta direzione.

E avevamo inoltre visto nell’Iran sciita e nella Turchia sunnita, le sole due democrazie della regione (di certo non perfette – come lo siamo tutti d’altronde – ma da valutare rispetto al resto della regione) come l’unica alleanza possibile, legittima e garante del mantenimento del multiconfessionalismo della regione.

In teoria, l’Egitto avrebbe dovuto unirsi a questa alleanza (ruolo che la coraggiosa battaglia degli Egiziani durante la primavera araba avrebbe dovuto permettere loro di svolgere) e, in minor misura, Israele (che sarebbe stato reso possibile dall’elezione di Herzog al posto di Netanyahou durante le ultime elezioni[1]).

Ci sarebbero quindi state tutte le condizioni per una riorganizzazione democratica e multiconfessionale della regione.

Egitto[2] e Israele[3] sono state ormai tagliate fuori da qualsiasi azione positiva e le possibilità di una transizione al di fuori della crisi si sono sensibilmente ridotte.

L’Iran, in compenso, è stato messo in libertà condizionata e comincia a ritrovare il ruolo regionale che gli spetta. Detto questo, il paese viene attaccato su due fronti (Yemen e Siria) e questa sua « libertà condizionata » fa sì che non abbia sempre la libertà di difendere gli interessi suoi e di quelli dei suoi alleati.

La Turchia, infine, si trova ormai in un caos indescrivibile[4] ed è apparentemente incapace di svolgere il benché minimo ruolo indipendente nella regione.

Commenti

Per lasciare un commento, abbonatevi.
Sommario

In questa estate del 2019, che continua a mettere il Medio Oriente in primo piano, abbiamo trovato e messo insieme alcuni scenari emblematici della nostra visione del futuro della regione [...]

Come anticipiamo da due mesi, la fine del 2017 è piena di nuovi sviluppi e rischia varie escalation. Attualmente, tutti gli occhi sono di nuovo puntati sul Medio Oriente, polveriera [...]

Questo mese non possiamo non tornare sul Medio Oriente, perché ciò che si sta verificando attualmente somiglia a quello che anticipiamo da vari anni e che abbiamo annunciato per il [...]

Il Medio Oriente sembra essere sul punto di andare a fuoco. Per la prima volta Iran e Israele sono uno contro l’altro. Il regime turco si sta irrigidendo dando ormai [...]

Il progetto di megacittà medio-orientale NEOM di cui abbiamo già parlato è una vera ragione per sperare. Come abbiamo detto l’ultima volta, i sauditi non presenterebbero questo progetto adesso se [...]

La probabilità di un prossimo avvio del processo rapido e drastico relativo ai fonti battesimali (ci permettiamo di dire...) del Grande Israele la riteniamo molto elevata (70%). Figura 1 - [...]

Articoli correlati
Geta Grama-Moldovan
15 Gen 2016

2016 – Allarme dollaro, crisi finanziaria, petrolio, banche… Grande ripiegamento strategico mondiale di fronte all’”hard landing” imminente

#2016 #arabia saudia #banche #China #crisi finanziaria #crisi sistemica globale #daesh #dollaro #etats unis #Europa #geab #giappone #leap #OTAN #petrolio #Russia #Turchia

Secondo il nostro team, il 2016 sarà un anno all’insegna del « grande ripiegamento strategico », un ripiegamento che influenzerà tutti i livelli di organizzazione sociale, cominciando naturalmente da quelli [...]

Geta Grama-Moldovan
15 Ott 2015

Elezioni turche –  L’impossibilità del caos in Turchia

#America #Chine #Cina #Elezioni turche #europe #geab #Inde #investissements #leap #olio #oro #petrole #Turchia

Abbiamo più volte analizzato come solo potenze regionali fossero in grado di riportare la calma in Medio Oriente e di risolvere la questione Daesh, nemico comune capace di mettere tutti [...]