Home Les bulletins GEAB GEAB 132 Stati – oro- cripto: i tre pilastri di una prossima moneta internazionale

GEAB 132

Il numero mensile del Laboratorio europeo di Anticipazione Politica (LEAP) - 15 Feb 2019

Stati – oro- cripto: i tre pilastri di una prossima moneta internazionale

La tendenza al ripiegamento nazionale o regionale c’è sicuramente. Ma c’è anche Internet che collega il mondo in modo durevole. La società umana globalizzata, di fatto, sta tentando di trovare soluzioni tra il mantenimento di una partecipazione aperta al mondo, il riorientamento su grandi bacini di attività economica, conservazione delle identità e reinvenzione del valore aggiunto nazionale e ottimizzazione del livello di ancoraggio alla realtà fornito dalle città. Le soluzioni in grado di integrare tutti questi livelli esistono grazie alle nuove tecnologie e al modello-rete in generale.

È in questo contesto che vanno poste le riflessioni attualmente condotte dagli organismi internazionali incaricate di pensare il prossimo sistema monetario mondiale reso sempre più urgente dal ritorno a casa del dollaro. In materia monetaria, combinando le nuove tecnologie (criptomonete, monete virtuali) la dimensione globale obbligatoria, il bisogno di un nuovo ancoraggio del sistema e l’imprescindibile carattere degli Stati, si impongono chiaramente delle soluzioni che mescolano virtualizzazione monetaria compensata da un sostegno sull’oro materiale, il tutto garantito dal solo livello di governance connesso ai cittadini, lo Stato. Possiamo quindi immaginare un sistema monetario internazionale tecnicamente unificato dalla blockchain, ancorato in riserve nazionali d’oro messe così in rete e rappresentato da nomi nazionali: cripto dollari, franchi svizzeri, yuan… basati sull’oro.

Vediamo adesso quello che sembra attualmente andare in questa direzione…

Al di là dei vari ripiegamenti, l’apertura al mondo rimane (ad es. il turismo)

Malgrado le numerose tensioni a livello internazionale, il bisogno da parte degli individui di incontrarsi di interagire con altre culture resta molto presente. Di fatto, nel bel mezzo dei grandi conflitti, il turismo su scala mondiale conosce una crescita forte[1], vedendo ogni mese circa cento milioni di persone transitare da un paese all’altro per visitarlo[2]. In totale, nel 2017, sono 1,4 miliardi di persone ad aver preso la decisione, in totale autonomia, di cambiare stile di vita. Francia e Spagna sono i paesi più visitati con, rispettivamente, 87 milioni e 82 milioni di turisti internazionali, vengono poi Stati Uniti (77 milioni di turisti) e Cina (60 milioni di turisti).

Figura 1. Crescita del turismo nel 2017 secondo l’Organizzazione Mondiale del Turismo

Commenti

Per lasciare un commento, abbonatevi.
Sommario

La graduale scomparsa dei vari vincoli di stabilità del mondo di ieri (organizzazioni internazionali, trattati, alleanze, regolamentazioni...) è preoccupante. Questa paura farà da stimolo oppure finirà per essere cattiva consigliera? [...]

Per poter avanzare in un mondo complesso e in piena transizione è meglio munirsi di un GPS. Questo calendario futuro triennale è una delle tante guide proposte dal GEAB ai [...]

Nel 2014, nel contesto della crisi ucraina in parte motivata dall’energia, gli europei si sono resi conto che sessantatre anni dopo la firma del trattato della CECA, punto di partenza [...]

Avete notato che attualmente tutti gli sforzi di regolazione del debito, dei prodotti derivati, delle banche, ecc., realizzati a seguito della crisi dei subprime con maggiore o minore successo da [...]

Lingotti e gioielli Per secoli, monete d’oro e gioielli sono stati utilizzati come investimenti privati su piccola scala e che oggi per molta gente rimangono un buon punto da cui [...]

Articoli correlati
Geta Grama-Moldovan
15 Ott 2019

Investimenti, tendenze e raccomandazioni (ott 2019)

#Criptomonete #finanza #gas #investmenti #petrolio

Politica monetaria – Attenti a non sbandare Il passaggio a semaforo verde degli indicatori economici legati alla riduzione delle tensioni commerciali di fine anno, accompagnato alla ribellione contro le politiche [...]

Geta Grama-Moldovan
15 Ott 2019

Focus sulle sfide dell’industria chimica europea

#Europa #governance #industria chimica

Il settore chimico in Europa sta affrontando molte sfide poste dai cambiamenti di competitività, da problemi di sviluppo globale e locale, nonché dall’innovazione normativa e tecnologica. A priori, l’Europa non [...]

Geta Grama-Moldovan
15 Ott 2019

31 ottobre 2019: il grande colpo di Trafalgar degli anglosassoni

#brexit #Europa #governance #trump

A mo’ di sintesi e di introduzione alla nostra «Agenda globale del futuro dell’Europa in 56 date», anticipiamo una fine d’anno piena di sorprese e di capovolgimenti di situazione – [...]