Home Investimenti, tendenze e raccomandazioni (nov)

GEAB 179

Il numero mensile del Laboratorio europeo di Anticipazione Politica (LEAP) - 15 Nov 2023

Investimenti, tendenze e raccomandazioni (nov)

Eurozona: fallimenti statali all’orizzonte?

Stagflazione, recessione, aumento del costo del credito, disoccupazione… i segnali negativi si moltiplicano per le economie dell’eurozona. Con l’avvicinarsi della fine dell’anno, questi indicatori finiranno in prima pagina e per i governi diventerà sempre più complicato fare buon viso a cattivo gioco. La conseguenza diretta è una perdita di fiducia sui mercati, che si traduce immediatamente in un aumento del costo del debito pubblico. Sarà fondamentale tenere d’occhio i Paesi più indebitati (Grecia (171,3%), Italia (144,4%), Portogallo (113,9%), Spagna (113,2%), Francia (111,6%) e Belgio (105,1%)[1], i cui saldi di bilancio sono i più fragili. La cosa più prudente da fare è stare alla larga da questi paesi se si hanno investimenti in buoni del tesoro, poiché il nostro team ritiene che non si possano più escludere fallimenti statali. I meccanismi di solidarietà a livello europeo funzioneranno certamente, ma non senza turbolenze.

Commenti

Per lasciare un commento, abbonatevi.
Sommario

Anticipare significa guardare sempre un po' più avanti e sforzarsi di pensare l'impensabile. Così, quando tutti i segnali indicano distruzione e crollo, dobbiamo rimanere lucidi per non trascurare gli elementi [...]

Il conflitto si risolverà nel breve termine, consentendo l'integrazione e l'apertura della regione a tutte le sue potenzialità. Questa è la previsione che abbiamo presentato il mese scorso, in linea [...]

Nel nostro numero di ottobre, il team GEAB ha anticipato lo sviluppo a medio termine dell'Ucraina: "Di conseguenza, l'integrazione dell'Ucraina nell'UE sembra piuttosto ipotetica, poiché dovrebbe essere sostenuta da tutti [...]

Il rimodellamento del mondo si riflette nell'evoluzione delle rotte commerciali. Si prevede che il commercio globale di merci raggiungerà i 32,6 miliardi di dollari nel 2030, con Asia, Africa e [...]

Con la crisi dei subprime (2007/2009), i piani di salvataggio delle banche e delle istituzioni finanziarie hanno raggiunto vette così vertiginose che non ci aspettavamo di vederle di nuovo a [...]

Il nostro team continua a ricercare e riflettere sull'impatto dell'intelligenza artificiale (IA) sulle nostre società future. Nel farlo, stiamo cercando di raccogliere una serie di punti di vista per valutare [...]

Mihai Nadin, professore emerito presso la Ashbel Smith University, Università del Texas a Dallas; la sua carriera spazia tra ingegneria, matematica, tecnologia digitale, filosofia, semiotica, teoria della mente e sistemi [...]

Articoli correlati
GEAB
15 Nov 2023

Sguardo dei lettori sul futuro – Mihai Nadin: Per quanto spettacolari siano i risultati dell’IA, nessuno di essi può essere definito intelligente

Mihai Nadin, professore emerito presso la Ashbel Smith University, Università del Texas a Dallas; la sua carriera spazia tra ingegneria, matematica, tecnologia digitale, filosofia, semiotica, teoria della mente e sistemi [...]

GEAB
15 Nov 2023

Sguardo dei lettori sul futuro – Grégory Aimar: Una religione tecnologica potrebbe essere una soluzione palliativa alla scomparsa delle religioni tradizionali

Il nostro team continua a ricercare e riflettere sull'impatto dell'intelligenza artificiale (IA) sulle nostre società future. Nel farlo, stiamo cercando di raccogliere una serie di punti di vista per valutare [...]

GEAB
15 Nov 2023

Cina 2030: L’equazione tra debito pubblico globale e debito cinese

#Cina #economia #finanza #governance

Con la crisi dei subprime (2007/2009), i piani di salvataggio delle banche e delle istituzioni finanziarie hanno raggiunto vette così vertiginose che non ci aspettavamo di vederle di nuovo a [...]